Perchè The Curly Noir?

Hi Curly Babe,

Benvenuta in questo nuovo articolo! Siamo ancora alle presentazioni, è vero.

Ma per capire la direzione in cui stiamo andando, 
è necessario che tu sappia da dove io sono partita.
 

Questo progetto è nato 2 anni fa nella mia testa.

Due anni fa corrispondono esattamente al momento in cui ho capito alcune cose importanti. 

  • Ho capito che non avrei più permesso a me stessa di nascondermi. 
  • Ho capito che non avrei più accettato di vivere dietro a un aspetto costruito. 
  • Ho capito che non sarei più stata “qualcun altro”.
  • Ho capito che da quel momento in poi sarei stata solo io: me stessa.

Con i miei ricci, gonfi, immensi…crespi e molto, molto rovinati!

Certo perché anni e anni di trattamenti avevano reso i miei capelli COMPLETAMENTE ROVINATI!

E quando mi sono finalmente decisa a smettere di usare piastra e stiratura chimica, mi sono ritrovata a dover gestire un capello davvero molto provato, secco, sfibrato e senza più vita.

Gli avevo sfiniti quei poveri capelli, gli avevo talmente tanto maltratti per costringerli a stare in una posizione non naturale, che quando li ho liberati dalle catene, non sapevano più cosa fosse la libertà.

I miei ricci non sapevano più cosa significasse essere ricci. 

Ma non avevano nemmeno mai imparato ad essere perfettamente lisci.

Le mie ciocche di capelli erano indefinite, né ricce, né lisce. Svuotate della loro essenza.

Il 99% delle ragazze ricce con cui parlo ha attraversato questa fase. La fase che i parrucchieri chiamano “fase di transizione”.

Io sono convinta che la vera transizione non stia nei capelli però.

La vera transizione sta dentro la nostra mente.

Quando per anni ci siamo abituate a vederci con i capelli stirati, abbiamo automaticamente creato un’immagine di noi diversa, addirittura, una fisionomia del nostro viso diversa.

La fase di transizione nella tua mente è quel passaggio in cui devi imparare ad accettarti per come sei. Ed è difficile, se per tanto tempo ti sei nascosta dietro sembianze diverse.

Nemmeno tu ti ricordi come sei veramente. O forse non lo hai nemmeno mai saputo.

Non hai mai visto il tuo potenziale: dentro e fuori.

Dopo che ho iniziato a prendermi cura dei miei capelli, non mi sono sentita fin da subito “più bella”.

Mi sono sentita LIBERA. Questo sì.

Ma non bella.

Perché ci vuole tempo prima che una pianta bruciata dalle fiamme fiorisca nuovamente.

C’è voluto molto tempo prima che i miei capelli riprendessero vita.

È forse solo ora, dopo davvero due anni di cure e attenzioni, che i miei capelli sono davvero sani.

Dopo essermi sentita libera, ho iniziato a sentirmi anche più bella.

I capelli crescevano, prendevano forma, si evolvevano.

E io dentro con loro. Come in una metamorfosi.

Ho iniziato a guardarmi intorno, e ad accorgermi di quante ragazze fossero però ancora imprigionate in quelle maledette convinzioni. Vedo tutti i giorni tantissime ragazze, donne, mamme (e addirittura nonne!!) che, come ho fatto io, continuano a maltrattare i propri capelli, convinte di stare bene.

Tu non stai davvero bene, tu pensi di star bene perché rispetti un modello di bellezza, ti guardi intorno e vedi ragazze come te.

Non sei abituata a vedere grandi chiome afro o capelli ricci esplosivi.

Sei abituata a percepire i capelli lisci come qualcosa di ordinato, elegante, fine e curato.

E di conseguenza hai finito per uniformarti a questo modello, pensando che fosse la migliore versione di te.

Ma la migliore versione di te, non è questo, bensì le tue caratteristiche, le tue particolarità, la tua UNICITÀ

E cosa c’è di più unico dei capelli ricci?

Prima di potermi vedere bene allo specchio, con i miei ricci, ho iniziato a volermi più bene dentro.

E in me è rinata la curiosità di scavare dentro le mie radici, la mia cultura, quella metà di me stessa che per troppo tempo ho rinnegato.

A volte è troppo difficile spiegare al resto del mondo la tua diversità, e quindi finisci per odiarla, per nasconderla.

E per dimenticarla.

Ora io mi sento bellissima, mi sento forte, ricca di risorse.

Sono fiera e orgogliosa di quello che sono, e penso che questo sia solo il mio nuovo inizio verso qualcosa di meraviglioso.

Il mio più grande sogno è lavorare per le donne, aiutare le donne a stare bene con sé stesse, tirare fuori il loro potenziale….ovviamente attraverso i propri ricci!

Non è stato facile per me arrivare qui e poter parlare liberamente di questo tema, ma ora che mi sento davvero consapevole e libera, non vedo l’ora di trasmettere a te e a tutte le donne come noi, la forza e la sicurezza di poter essere diverse E straordinarie.

Laila

#BECURLYISCOOL 

p.s: da sola ovviamente non potrei andare da nessuna parte, 

ma insieme a te sì. 

Seguimi sul mio canale Youtube e non perderti questo video in cui racconto il percorso e le disavventure dei miei ricci! Sono sicura che ti ritroverai in molti aspetti.

Lascia un commenta qui, sotto l’articolo, o anche sotto al mio video.

Il tuo contributo vale moltissimo per me!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *